Colle per cartotecnica, usate negli imballi di cartone ma anche per espositori da banco

La cartotecnica è un settore in cui gli adesivi hot melt hanno un ruolo molto importante.
Le colle hot melt sono utilizzate per la produzione di imballaggi di cartone, confezioni di piccole dimensioni, espositori e display da banco, da terra, totem e anche confezioni con dimensioni più grandi.
Ogni prodotto nasce per assolvere a tutte le esigenze sia per uso industriale che casalingo.

Hot melt a base E.V.A.

Gli adesivi a base E.V.A. sono collanti solidi a temperatura ambiente, che quando sono scaldati diventano malleabili rendendoli in grado di aderire alle superfici garantendo un risultato duraturo.
Inoltre sono atossici, senza solventi e non deperiscono.

La produzione di questo tipo di adesivi è di diverse tipologie, adatti al packaging, alla cartotecnica ma anche all’edilizia e al fai da te; inoltre sono utili anche per il confezionamento di fibre tessili e materiali plastici.
Questi adesivi sono caratterizzati da formulazioni innovative che rendono gli hot melt a base E.V.A. dei collanti affidabili ma anche versatili che possono essere applicati su diversi tipi di superfici.

Gli hot melt a base E.V.A. sono molto pratici da utilizzare, hanno una grande proprietà adesiva anche su superfici non porose, si attivano rapidamente e resistono agli agenti esterni.
Possono essere utilizzati nell’edilizia per l’incollaggio di pannelli isolanti, rivestimenti, elementi decorativi o riparazione di legno e ceramiche, installazioni di zoccoli o battiscopa.

Nel settore cartotecnico vengono usati per l’incollaggio nei processi di imballaggio e per la realizzazione di display, totem ed espositori.
Gli adesivi hot melt a base E.V.A. hanno applicazione anche nell’industria tessile per l’incollaggio di fibre, per i tessuti delle auto e per calzature e valigie.

Nel settore automotive sono usati per la riparazione di carrozzerie e per le tappezzerie interne.
Nel settore plastico vengono utilizzati per l’assemblaggio di PVC, PPL, PE, PES e ABS.
Nel settore legno per la produzione e incollaggio di mobili laminati e nel fai da te per la realizzazione di decoupage, bigiotteria o decorazioni.

Hot melt a base di metallocene

Gli adesivi a base di metallocene sono una grande innovazione del settore perché sono utilizzati per l’incollaggio di materiali quali poliestere, polipropilene e polietilene.
Inoltre hanno grande velocità di presa, forte resistenza ad alte temperature e pressione e permettono di essere verniciati.

Aderiscono anche su legno, plastica o laterizi, inoltre sono ottimi per l’incollaggio di materiali pesanti e di grosse dimensioni.
Gli hot melt a base di metallocene, affinché possano rispondere alle richieste dell’industria, vengono sottoposti a diversi controlli qualità al fine di mantenere la tenuta anche sotto pressioni e temperature alterate.

Hot melt acrilici

Gli adesivi acrilici si distinguono per l’alta resa su superfici rigide come vetro, metallo, legno e cemento; ma anche sui supporti plastificati elaborati in cartotecnica.

Possono venire applicati manualmente o attraverso plotter, fusori e caldaie e possono essere realizzati anche in diversi colori.
Gli hot melt acrilici sono atossici, senza solventi e resistono aperti a lungo tempo, così da permettere l’incollaggio su grandi superfici.

Hot melt poliammidici

Questi adesivi sono formati da polimeri legati da catalizzatori come raggi UV o umidità. Hanno struttura reticolata che consente grande resistenza meccanica e fisica superiore a quella dei materiali termoplastici.

I vantaggi di questo tipo di adesivo sono diversi: allo stato solido sono di facile trasporto e utilizzo, una volta polimerizzati non possono più fondersi o dissolversi; il fissaggio non necessita di lunghi tempi di attesa, l’unione è immediata, inoltre grazie alla consistenza viscosa possono essere usati per incollare superfici porose e non porose.

Garantiscono alte prestazioni e grande resistenza meccanica nonché una forte tolleranza a sbalzi termici e aggressione degli agenti chimici.

I poliammidici sono poco elastici e dopo la solidificazione non possono essere riciclati nè possono riassumere la forma liquida.
Per questo motivo sono molto utili nell’automotive, nell’elettronica e nell’estetica, vengono infatti realizzate le extensions per capelli.

Gli hot melt poliammidici resistendo alle alte temperature possono essere applicati anche su superfici difficili e garantiscono aderenza a temperature da -40 a 185°C. Sono resistenti anche a benzina ed olio e aderiscono su metallo, legno, ABS, polietilene, polipropilene e Cycolar.

Autoadesivi Pressure Sensitive

Si tratta di autoadesivi a caldo sensibili alla pressione, attraverso cui avviene l’incollaggio, quindi il grado di adesione dipende anche dalla pressione esercitata.
Non hanno bisogno di attivazione per aderire, incollano molto velocemente e sono permanenti.

Possono sopportare variazioni di temperature e resistono a caldo e freddo senza che l’aderenza ne sia alterata.
La capacità adesiva è data dalla resistenza alla deformazione, infatti hanno proprietà viscoelastiche che permette l’adesione al supporto.
Vengono impiegati in settori come la cartotecnica, il packaging, nell’assemblaggio di componenti plastici di grosse dimensioni e nella realizzazione di cerotti e pannolini.

Compound hot melt a base E.V.A. + Pressure sensitive

Si tratta di adesivi che combinano i polimeri E.V.A. con i pressure sensitive garantendo tenuta anche per le superfici che non sono normalmente incollabili.
I compound assicurano incollaggio durevole e resistente a stress chimici e fisici.

Il tempo di presa è di circa 20 secondi; i compound vengono utilizzati in diversi settori industriali, ad esempio per l’incollaggio di supporti plastificati o in edilizia per l’incollaggio di cemento garantendo alte prestazioni anche in caso di pressione e trazione.

I compound, grazie alla componente E.V.A. hanno maggiore resistenza al calore.
Questi sono prodotti innovativi ed esclusivi realizzati da Collagraf.