Come Usare la Pistola per la Colla a Caldo

In questa guida sul fai-da-te è possibile imparare tutto sulla pistola per la colla a caldo e su come utilizzarla in modo corretto e sicuro per incollare una varietà di materiali diversi tra cui legno, metallo e tessuto giusto per citarne alcuni tra i più comuni.

Che cos’è una pistola per la colla a caldo?

Una pistola per la colla a caldo è un dispositivo elettrico che utilizza un elemento riscaldante per fondere quella solida appositamente realizzata. Una volta che il surriscaldamento avviene, la colla fuoriesce dall’ugello e quindi c’è la possibilità di applicarla su un determinato oggetto per attaccarlo, tenerlo in posizione o ripararlo. Originariamente creata per l’incollaggio di suole di scarpe, oggi la maggior parte degli amanti del fai-da-te e del bricolage ritengono la pistola per la colla a caldo, un punto fermo nei loro kit di attrezzi grazie anche alla sua versatilità e facilità d’uso.

Come si usa una pistola per la colla a caldo?

Ora che sappiamo cos’è esattamente una pistola per la colla a caldo, come funziona e quali tipi di colla sono disponibili vediamo passo dopo passo come si usa durante la fase di assemblaggio o di riparazione di un mobile o di qualsiasi altro oggetto.

Passaggio 1: preparare l’area di lavoro
Il primo passaggio a cui attenersi per utilizzare la pistola per la colla a caldo, consiste nel preparare l’area di lavoro e soprattutto assicurarsi che ci siano le condizioni operative giuste. La colla fusa infatti generalmente non è pericolosa, ma se surriscaldata può rilasciare alcuni vapori tossici. Premesso ciò, va altresì aggiunto che è opportuno anche sfruttare al meglio i vari tipi di supporti forniti dal brand produttore della pistola, in modo che non si ribalti una volta appoggiata sul piano di lavoro. L’uso di un tappetino antigoccia eviterà in questo frangente che la colla in eccesso danneggi accidentalmente la superficie.

Passaggio 2: collegare la pistola per colla e portarla alla temperatura
Una volta che l’area di lavoro è impostata, si può procedere con l’accensione della pistola per colla a caldo e portarla a temperatura in modo che sia pronta per l’uso. Prima di eseguire questa operazione, è tuttavia opportuno controllare che sia inserita la colla stick. Premesso ciò, per accendere la pistola basta solo collegarla alla rete elettrica e lasciarla raggiungere la temperatura necessaria per fondere la colla. Tuttavia nel caso in cui il produttore dichiari di lasciarla riscaldare per circa 5 minuti è sicuramente importante attenersi a ciò, per evitare malfunzionamenti del dispositivo o incorrere nel rischio di vedere invalidata la garanzia.

Passaggio 3: preparare gli articoli da incollare
Mentre si aspetta che la pistola per colla a caldo raggiunga la giusta temperatura, è un buon momento per fare qualsiasi lavoro di preparazione necessario per gli oggetti da assemblare. In tal senso tutte le superfici devono essere prive di grasso, polvere o altri detriti e soprattutto ben asciutte. Inoltre se si presentano molto lucide, incollarle insieme in questa condizione potrebbe non essere efficace poiché la colla avrà ben poco su cui aggrapparsi. Per fare in modo che l’operazione vada a buon fine, conviene utilizzare sulle superfici della carta vetrata a grana doppia ossia 120-160 e strofinare delicatamente sull’area di incollaggio. Questo accorgimento si rivela particolarmente utile per materiali come legno e ferro.

Passaggio 4: procedere con l’incollaggio
Nel momento in cui tutto è pronto per essere cosparso con la colla a caldo, vale la pena fare una prova per verificare se la temperatura e la viscosità dello stick abbiano raggiunto il grado ottimale. In questo caso con l’ugello sospeso sopra il tappetino antigoccia, basta premere delicatamente il grilletto finché la colla non inizia a colare. Il flusso dovrebbe essere regolare e coerente, in caso contrario potrebbe esserci un problema con la pistola. Dopo aver verificato che tutto va bene e che la colla scorre liberamente, è possibile finalmente applicarne un po’ sulle superfici da fissare facendo una leggera pressione sul grilletto finché non inizia a defluire liberamente. A questo punto si può spostare man mano la pistola lungo la superficie, allentando il grilletto mentre ci si avvicina alla fine. Con la colla applicata su entrambe le facce del materiale da assemblare, è possibile adesso accostare le superfici tra loro assicurandosi che entrambe siano correttamente allineate. A margine vale la pena sottolineare che se c’è della colla in eccesso è meglio lasciarla finché non si è indurita del tutto, e a quel punto è possibile raschiarla via con un coltello o una spatola.

Passaggio 5: lasciare asciugare tutto
In termini di tempo di asciugatura, alla domanda quanto tempo impiega la colla a caldo per indurirsi, la risposta è semplice ed esaustiva; infatti, per fare presa in genere bastano circa 5 minuti prima di spostare qualsiasi elemento. La maggior parte delle colle a caldo tuttavia vengono formulate in modo tale da avere la possibilità di modificare la natura dell’assemblaggio per un tempo di 10 ore prima che si induriscano definitivamente.

Passaggio 6: operazioni finali
Una volta che tutta la fase di applicazione della colla a caldo è stata completata, è buona norma rimettere la pistola sul suo supporto assicurandosi che sia in posizione verticale, e sopra il tappetino antigoccia ideale quest’ultimo per raccogliere la colla che fuoriesce. Se poi l’elettroutensile non si intende utilizzarlo di nuovo per circa 30 minuti o definitivamente si può anche scollegarlo dalla rete elettrica. Fatto ciò, è importante sottolineare che quando si usa la pistola per la colla a caldo, in alcune occasioni il materiale in eccesso può accumularsi sopra e intorno all’ugello. Nella maggior parte dei casi, al prossimo utilizzo il processo di riscaldamento scioglierà questa colla, quindi l’inconveniente in linea di massima non dovrebbe causare problemi. Se tuttavia ne sono presenti grandi quantità, vale la pena indossare dei guanti protettivi robusti e utilizzare un panno umido per rimuoverne l’eccesso. A margine va altresì aggiunto che è opportuno lasciar riposare la pistola per almeno 40 minuti circa dopo averla spenta, in modo da farla raffreddare e riporla poi in massima sicurezza nella cassetta degli attrezzi.

Ulteriori suggerimenti e consigli sull’uso della pistola per colla a caldo

Se si lavora attentamente seguendo i vari passaggi elencati in questa guida, possiamo asserire che tutto ciò descritto rappresenta il modo perfetto per sapere come utilizzare una pistola per colla a caldo e ideale per tenere insieme due oggetti. Tuttavia per ogni evenienza ecco alcuni utili suggerimenti aggiuntivi in termini di utilizzo, conservazione e manutenzione del dispositivo. In primis va detto che durante l’uso e il raffreddamento, conviene assicurarsi sempre che la pistola per colla sia appoggiata sul supporto con l’ugello rivolto verso il basso. In secondo luogo non bisogna mai appoggiare la pistola su un lato o inclinarla verso l’alto. La colla a caldo infatti può facilmente ricadere nel corpo della pistola e causarne danni. Infine va detto che prima dell’uso successivo quindi per lavori futuri, vale la pena controllare che la pistola per colla a caldo sia integra e soprattutto conviene scegliere il collante adatto per il materiale da assemblare.